Ad oggi il numero di persone sensibili a determinate sostanze ed alimenti è in costante aumento.

Primo step fondamentale è capire la differenza fra allergia e intolleranza.

L'allergia è una reazione modulata da specifici anticorpi, solitamente la si sviluppa in età infantile ma può succedere anche più in la con gli anni, ed è irreversibile. Questo vuol dire che, quando si sviluppa un'allergia ad una determinata sostanza, il contatto o l'ingestione della stessa determinerà una reazione allergica più o meno grave a seconda dei casi. L'allergia è sempre legata a frazioni proteiche di alimenti/sostanze, questo è un dato molto importante da tenere a mente.

In caso di allergia l'alimento o sostanza è bene sia totalmente allontanato dalla persona allergica.

L'intolleranza non è necessariamente mediata dal sistema immunitario, può avere diverse cause e conseguenze, e soprattutto non è necessariamente "a vita", l'alimento incriminato non va totalmente escluso per sempre. L'errore comune infatti, quando si sviluppa un'intolleranza, è l'eliminare del tutto l'alimento senza prestare attenzione ad altro, quando invece sarebbe opportuno seguire delle strategie d'azione diversificate nel tempo, che aiutino la riduzione della frequenza e dell'intensità delle reazioni fisiche legate all'alimento. L'intolleranza può essere causata da un deficit enzimatico, da una temporanea ipersensibilità ad un alimento, da una reazione mediata da diverse componenti del sistema immunitario e, a differenza delle allergie, non è necessariamente mediata da frazioni proteiche ma possono essere coinvolti anche zuccheri, lipidi o sostanze inorganiche.

Chi sviluppa un'allergia o un'intolleranza può avere necessità di aiuto nel capire quali sono gli abbinamenti più adatti a se e quali alimenti eliminare o evitare, e come gestire la dieta.

Quali sono i principali alimenti comunemente allergizzanti?

- Crostacei e frutti di mare;

- Arachidi e frutta a guscio;

- Sedano, senape, soia;

- Glutine;

- Proteine del latte e delle uova.

Quali sono i principali alimenti implicati nelle intolleranze?

- Lattosio;

- Glutine;

- FODMAP;

- Istamina, Solanina, Caffeina, Alcool.

Di recente è in aumento il numero di persone sensibili al Nichel, metallo presente in quantità diverse negli alimenti, il cui introito necessità di essere ridotto al minimo attraverso un'alimentazione studiata attentamente.

Attenzione ai test!!

Oggigiorno si possono trovare diversi test per allergie ed intolleranze, ma non sono sempre attendibili. Se avete una sospetta allergia/intolleranza, rivolgetevi ad un medico generico o nutrizionista per avere un'indicazione sull'indagine e poi andate direttamente dall'allergologo per valutare insieme i test e i risultati. A questi link (uno e due) potrete trovare maggiori informazioni sui test validi e su come distinguere allergie e intolleranze.

  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • LinkedIn - cerchio grigio