Filetto di dentice

Il dentice è un pesce medio grande tipico dei nostri mari: viene pescato nel mediterraneo a media profondità oppure nelle regioni dell'Atlantico più vicine al nostro continente. In pescheria potrete trovare i dentici più "piccoli" interi, oppure quelli più grandi già fatti a tranci, e in questo caso vi suggerisco di farvi dare anche la testa (se presente) che viene spesso buttata ma è fantastica per preparare brodetti di pesce. Questo pesce è estremamente povero di grassi (si, anche gli omega3 sono pochi e quasi irrilevanti), ma è una fonte prelibata di proteine, fosforo, calcio e vitamina B3. Inoltre, come tutti i pesci, è costituito principalmente da acqua e presenta quindi un ridotto apporto calorico, solo 100 Kcal per 100 g, apportate dai 16 grammi di proteine e dai 3,5 grammi di grassi presenti. Il dentice è un pesce che amo inserire nelle diete, oltre ad essere molto leggero è anche facile da preparare, e non presenta fastidiose lische piccole, può essere quindi consumato anche dai bambini (con giusta supervisione del genitore). Purtroppo il prezzo può far desistere dall'acquisto, ma una volta ogni tanto ce lo si può concedere, soprattutto considerato che nelle nostre tavole sono presenti pesci molto più cari e non necessariamente più salutari. Il prezzo del dentice dipende dai periodi e dalle dimensioni, varia dai 25 ai 40 euro/Kilo. Va bene, ora cheto dato libero sfogo ai miei sproloqui nutrizionali, vediamo come preparare un buon secondo a base di dentice 15 minuti. Per due persone: - Due filetti di dentice da 200 g ciascuno; - Due indivia belga; - Una grossa barbabietola cruda; - Mezza cipolla dorata o rossa e uno spicchio d'aglio; - Olio evo. Per insaporire: Dei pomodori (anche congelati), un rametto di rosmarino, peperoncino rosso, pepe, sale q.b., timo, aceto di mele e succo di limone. Per prima lavate bene la barbabietola e mettetela in pentola a pressione con poca acqua per 5 minuti. Tagliate l'insalata belga a metà, lavatela per bene e passatela rapidamente sulla griglia da entrambi i lati, con poco sale e peperoncino a piacere, finché non si sarà ammorbidita. Quindi prendete i filetti di dentice e desquamateli. In padella mettete un cucchiaio d'olio evo, dei pomodorini (io li congelo in estate e li uso per insaporire la carne e il pesce durante l'inverno), e uno spicchio d'aglio. Fate dorare e unite i filetti di dentice con gli aromi che preferite, io trovo ci stia benissimo il timo e il rosmarino. Fate cuocere da entrambi i lati, cercando di girare una sola volta a metà cottura. A parte tagliate della cipolla dorata o rossa a strisce e copritela con aceto e acqua. Quando anche la barbabietola è pronta sciacquatela in acqua fredda e pelatela, tagliatela a cubetti e conditela con la cipolla ben scolata, un cucchiaino d'olio, succo di limone e pepe nero. Componete il vostro piatto con l'insalata di barbabietole, la belga grigliata e il filetto di dentice. Il pasto si può completare semplicemente con una fetta di pane di grano duro o con del riso, a seconda delle vostre necessità nutrizionali. La cipolla cruda è un alimento poco apprezzato da tanti, ma l'ammollo in acqua e aceto ne riduce la pesantezza. Consumata cruda, specialmente la rossa, preserva tutte le sue qualità nutrizionali ovvero una discreta quantità di cromo e composti solforati, ma soprattutto è uno degli alimenti più ricchi di quercetina. Certo, non possiamo mangiare cipolle crude a tutti i pasti in grandi quantità, a scapito della nostra vita sociale, ma sapere di avere degli alleati della salute presenti insieme ad altri è sempre uno stimolo ad alimentarsi meglio! #stayhealthy #dentice #pesce #barbabietola #cipolla #indiviabelga #quercetina #vitamine #Niacina #Omega3

  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • LinkedIn - cerchio grigio