Prove di Natale #CucineinSincrono

December 21, 2016

Per questa ultima edizione del 2016 di #cucineinsincrono abbiamo deciso di preparare, come una vera famiglia, un menù completo per il pranzo o la cena di Natale. Ognuna con una portata diversa, abbiamo composto un pasto sano, chiaramente senza contare le calorie, perché si sa che a Natale siamo tutti più buoni e così anche noi Nutrizioniste ci lasciamo andare.

 

Prima di vedere le mie proposte vi elenco il menù completo: 

 

 

Aperitivo di benvenuto di Chiara da Luino,

Antipasto terra e mare di Francesca da Cagliari,

Antipasto di pesce di Maria Rosaria da Napoli,

Il mio antipasto vegetariano (ricetta sotto),

Tris di primi "carne-pesce-veg" di Giovanna da Roma,

Secondo di carne di Nicoletta da Brindisi,

Secondo di mare di Pollyanna da Sestri Levante,

Dolce tradizionale e sorbetto di Raffaella da Genova

Il mio dolcetto raw vegan per chiudere il pasto.

Questi gli ingredienti che ho usato per i miei piatti

 

 

Vediamo ora le mie ricette e iniziamo con l'antipasto vegetariano:

Crostini di polenta, fatti a forma di alberello con cavolo nero e Casizolu.

Per 20 alberelli circa ho utilizzato:

150 g di Farina di mais (non istantanea, quella vera che va girata),

150 g di Cavolo nero (circa 5 foglie);

100 g di Casizolu (formaggio sardo presidio slow-food),

1 porro,

1 cucchiaio di olio EVO,

Sale, pepe e aromi a piacere.

 

Iniziate col fare la polenta, deve essere bella soda e non morbida, una volta pronta stendetela su una teglia formando uno strato di un centimetro circa e lasciate a riposare.

Intanto lavate e tagliate le foglie di cavolo nero, tagliatele finissime. Fate soffriggere il porro tagliato anch'esso molto sottile, e unite il cavolo, salate e pepate.

Quando la polenta si è ben raffreddata e solidificata, usate una formina per ritagliare i vostri crostini e disponeteli su un foglio di carta forno. Una volta finiti i crostini mettete su ognuno una piccola fettina di formaggio e sopra il cavolo stufato.

Mettete il foglio di carta forno coi crostini su una piastra e fateli riscaldare finché il formaggio sarà quasi sciolto (se dovete servirli più tardi potete fare questo passaggio in forno al momento di servire).

 

 

Arriviamo al dolcetto: Sferette raw di datteri e avena.

Per una ventina di sferette:

- 4 Noci intere;

- 8 Cucchiai fiocchi di avena;

- Semi di lino;

- 15 Datteri senza zuccheri aggiunti;

- 5 Cucchiai di cacao amaro;

- Cocco grattugiato;

- Acqua calda qb.

 

La preparazione è semplice, si frullano i fiocchi d'avena con le noci sgusciate e i semi di lino e si mette da parte, poi si frullano i datteri denocciolati con il cacao e l'acqua calda aggiunta poco per volta quanto basta per fare una crema.

A questo punto si unisce la parte farinosa poco per volta finché il composto non diventa abbastanza solido da poter essere manipolato, si formano dunque le sfere aiutandosi col cocco grattugiato. Andrebbero consumate dopo almeno due ore, quindi si possono fare comodamente la sera prima e conservare poi in frigo MA ricordatevi di toglierle prima in modo da non servirle fredde!

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Blog

Archive
Please reload

Follow Me
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Facebook Social Icon
  • Grey Instagram Icon
  • LinkedIn Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now